I limiti epistemologici delle teorie criminologiche

Nel corso del tempo si sono evidenziati diversi approcci allo studio del crimine che hanno
ipotizzato le origini del comportamento criminale localizzate nella psiche dell’individuo, nel suo
patrimonio genetico, nell’ambiente sociale, nelle psicopatologie o ancora nelle diverse modalità di attribuzione di significato alla realtà o nella capacità di adattamento alle norme.

Talune scuole criminologiche si sono attestate su posizioni critiche ponendo in discussione il rapporto stesso tra individuo e un sistema normativo che è culturalmente e socialmente determinato e come tale non necessariamente accettabile da tutti.

Le teorie criminologiche possano fornire degli spunti utili per meglio comprendere l’eziologia delle  varie forma di criminalità, in grado di fornire gli spunti maggiormente significativi dei vari approcci ancora vivi nella Criminologia contemporanea ognuno dei quali offre alcune possibili “cause” della fenomenologia criminale.

In realtà sovente le teorizzazioni mostrano semplificazioni ed esasperazioni concettuali che non corrispondono alla realtà.

Il concetto stesso di causa, applicato al comportamento umano, necessita di estrema cautela proprio in ragione degli infiniti fattori che influenzano l’agire dell’uomo, posti su piani genetici, biologici, psicologici, sociali e talvolta fortuiti, mediati ed organizzati, tra l’altro, dalla variabile primaria indotta dalla razionalità e dalla libertà di scelta.

 


Per una richiesta di supporto gratuito immediato contattaci con Whatsapp oppure compila e invia il modulo qui sotto
Richiesta di Supporto Gratuito Immediato

Scrivi il tuo indirizzo email qui

Scrivi qui il tuo numero di cellulare per un contatto più celere (anche Whatsapp)

Scrivi qui il Corso di Laurea in cui ti stai laureando

Scrivi qui l'argomento esatto della tesi di laurea, della tesina o dell'elaborato che devi sviluppare

Seleziona tutti i supporti per i quali ti interessa ricevere un aiuto gratuito

Dimensioni massime caricamento: 8.39MB.

Se vuoi inviarci un file (bozza di indice, lista bibliografica, elaborato da revisionare, appunti, etc.) caricalo qui. I formati consentiti sono pdf, ppt, word (doc, docx), rtf e txt

chevron_left
chevron_right